Cronache ciclostoriche: La Polverosa 2012

Seconda prova ciclostorica dell’anno per il sottoscritto: il 10 giugno si va a Monticelli Terme, provincia di Parma, per l’edizione 2012 della Polverosa. Bel tempo, tantissima gente, ma giornata un po’ sfortunata: dopo due ore divertenti foro poco oltre metà percorso, metto su il palmer nuovo, che però si deforma dopo pochi chilometri. Dopo due tentativi di rimetterlo su, mi vedo costretto mio malgrado al ritiro e mi “godo” quasi metà percorso a bordo del carro-scopa (il che mi permette di dare una minima opinione anche sulla parte non “pedalata”). Nota: all’arrivo scoprirò che mio padre, impegnato sul percorso breve, era caduto e si era rotto l’anca, pur essendo arrivato al traguardo senza sentire grande dolore, finché stava in sella.

Cosa mi è piaciuto di più
– i tratti di discesa sterrata ben percorribili e godibili, anche come paesaggio
– il passaggio sulla passerella in cemento sul torrente Parma a San Vitale Baganza: qualcuno non l’ha apprezzato, io l’ho trovato curioso, a movimentare un po’ il tratto di pianura in mezzo ai due tratti lunghi di colline
– la dura salita su strada bianca verso Torrechiara: malandata nel 2011, è stata rimessa a posto e sembrava ben percorribile (io mi ero già ritirato).
– i rifornimenti nei castelli di Felino e Torrechiara, molto affascinanti
– il pasta party finale con tortelli, abbondante e generoso

Cosa mi è piaciuto un po’ di meno
– la partenza dal centro sportivo moderno, con l’allineamento sullo stradone-quasi-piazzale, sotto il sole. Magari basterebbe chiudere una mezz’ora uno dei viali alberati di Monticelli Terme, se il disagio viabilistico per il paese non è insuperabile: l’effetto “visivo” e l’ombra sarebbero garantiti! Altrimenti non era malaccio neanche la soluzione del 2011, con partenza dalla piazzetta tra le quattro case quattro del nucleo vecchio di Monticelli
– l’assurdo passaggio (comunque solo un centinaio di metri) con fondo di ghiaione e detriti edili: speriamo sia sistemato già per l’edizione 2013!

La Polverosa ricorda la figura di Gianni Ghiretti, grande sostenitore del ciclismo nella zona

(le foto sopra e nella galleria sono state scattate da me e dell’amico Davide “Mancio” Mancini)

Annunci

One thought on “Cronache ciclostoriche: La Polverosa 2012

  1. Che duro il Morandi padre ….

    Torrechiara l’ho fatta su strada asfaltata il giorno di Pasqua del 2000 andando a Roma …

    Bellissima zona e splendido castello!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...