27 luglio a Milano, gli eroi sconosciuti

Oggi è il ventesimo dell’attentato al Padiglione d’Arte Contemporanea di via Palestro a Milano: quando l’attacco della mafia colpì il cuore economico d’Italia, puntando ad uccidere innocenti. Un attentato finito un po’ in ombra, rispetto alla ferita al patrimonio culturale (e alle vite) di Firenze e alle stragi in Sicilia. E invece a Milano la bomba non uccise grandi magistrati antimafia (e i polziiotti di scorta), nè i turisti in uno dei luoghi più preziosi d’Italia. Uccise cinque persone che erano – quasi tutte – lì per lavoro: i tre vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto, Stefano Picerno, il vigile urbano Alessandro Ferrari e l’immigrato marocchino Driss Moussafir, che dormiva su una panchina nel parco e si era avvicinato. Strappati alla vita mentre facevano il loro dovere, mentre vegliavano su una notte come tante altre passate in servizio.

È forse retorico e banale dire che il 27 luglio 1992 sia stato “il nostro 11 settembre”. Forse anche non corretto, perché l’impatto di Capaci  e via D’Amelio sull’opinione pubblica fu devastante (avevo 11 anni), il peso politico incommensurabile. Però i pompieri e il “ghisa” di Milano meriterebbero di più, meriterebbero almeno che via Palestro diventasse nota come le bombe Capaci, via D’Amelio, gli Uffizi. E se i pompieri di mezzo mondo oggi celebrano i colleghi morti nelle Twin Towers l’11 settembre, forse il 27 luglio – l’anniversario dei loro tre colleghi di via Palestro -potrebbe essere il giorno per ricordare i pompieri italiani, che vegliano ogni giorno e che poco si ricordano.
(se vi capita, passate dalla targa di via Palestro. Nel giardino pubblico di fronte c’è anche una piccola targa per Stefano Picerno, molto antiretorica. Nel quartiere Baggio c’è la targa del suo collega Sergio Pasotto, a Napoli quella di Carlo La Catena)

Annunci

One thought on “27 luglio a Milano, gli eroi sconosciuti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...