A New York un giorno senza violenza (e 364 con)

http://healthmap.files.wordpress.com/2012/10/picture-homicide.pngIn queste ore su giornali e tg in mezzo mondo circola la notizia che lunedì 26 novembre – è un caso unico – a New York City non ci sono stati omicidi, nè casi di violenza eclatante. La notizia sta tutta qui, senza che ci sia bisogno di ulteriori sproloqui (ottima notizia, in ogni caso). Quel che quasi ovunque si dice in termini generici, invece, è cosa sia New York negli altri 364 giorni dell’anno: per avere un’idea si può guardare il progetto di crime mapping del New York Times Continua a leggere

Annunci

Taranto, Elbasan, l’ambientalismo

Per mesi si è parlato dell’Ilva di Taranto e spesso si è detto e scritto – per risolvere polemicamente il conflitto tra lavoro e salute – che mentre qui in Occidente ci si cura dell’ambiente, «in Cina se ne fregano». E che quindi si deve accettare qualunque cosa, perché non c’è alternativa. Allo stesso modo, si dice dei costi del lavoro, spesso senza andare molto lontano: basta citare la Romania o la Serbia. In realtà qualcosa si muove anche nei Paesi orientali, sul fronte del diritto alla salute e del conflitto sull’inquinamento: Osservatorio Balcani Caucaso ha raccontato nelle ultime settimane le storie di due città molto inquinate, la bosniaca Zenica e l’albanese Elbasan, due luoghi dove sono stato proprio in tempi recenti (foto sopra, Elbasan, mia visita del 2007). Sia a Zenica che a Elbasan le mobilitazioni per il diritto alla salute sono ancora agli inizi, ma è significativo che quanto meno se ne parli. Interessante – dal punto di vista giornalistico – che una televisione albanese abbia ripreso con un servizio l’inchiesta di Marjola Rukaj su Elbasan, «la città più inquinata d’Albania».

I link:
Elbasan l’inquinata
Morire d’inquinamento a Zenica

OBC, Elbasan e la Tv albanese
Aggiornamento: OBC ha aperto una pagina a tema con tutti gli articoli su Elbasan, Zenica e Pancevo.

I Gaslight Anthem a Milano, Alcatraz

Alcune cose da dire dei Gaslight Anthem a Milano, concerto all’Alcatraz:
1- in formazione da cinque funzionano bene, indubbiamente
2- il pubblico ama molto indossare le t-shirt di Bruce Springsteen (c’era anche uno con la maglietta Stone Pony) Continua a leggere

Trasporti e città, l’Europa e l’Italia (per non parlar di Matteo Renzi)

Ho trovato questo interessante articolo sul tema dei trasporti urbani e della carenza di cultura e visione politica in quest’ambito in Italia, impermeabile all’esperienze che si vedono nel resto d’Europa. Lo ripropongo all’attenzione dei miei (venti)cinque lettori, anche perchè contiene un riferimento interessante: l’esperienza di Firenze, dove il sindaco innovatore Matteo Renzi ha deciso di fermare il progetto del tram nel centro città, rinviando ad un ipotetico tracciato sotterraneo. L’idea assomiglia molto al sogno di una metropolitana, ennesimo esempio di grandeur italica di cui abbiamo parlato anche in uno degli ultimi post Continua a leggere

La metropolitana di Brescia e il tram di Montpellier

A gennaio 2013 dovrebbe finalmente essere inaugurata la metropolitana di Brescia (per ora si inaugurano le stazioni! ): un’opera ipotizzata nel 1986, progettata a fine anni Novanta, costruita in 12 anni. 13 km di lunghezza, per 900 milioni di euro di costo preventivato. Continua a leggere