Dieci cose ferroviarie da vedere a Milano

gamba5Avete presente quelle classifiche turistiche tipo “Dieci città da vedere in Spagna” o “Dieci luoghi romantici a Parigi”? Quando vado in una città, spesso vado a caccia di ferrovie, tram e altre cose su rotaie: ad alcuni possono sembrare solo luoghi freddi, ma spesso raccontano anche una parte della storia delle città e della loro identità. Conoscendo un po’ Milano, ecco la mia proposta per turisti-ferramatori (ma non solo!)

Clicca qui per scoprire tutti viaggi di #suibinaridellecittà

Here the english post

1) La stazione Centrale
Ideata a inizio Novecento, entrata in funzione nel 1931, è un mirabile unicum tra le stazioni italiane. Il suo stile è un misto di Art Deco e Liberty, con un tocco ancora ottocentesco nelle grandi tettoie in ferro. Interessanti le inquadrature verso le grandi cabine degli apparati di manovra degli scambi, dismesse nel 1984. Dal punto di vista storico, interessanti sono i mosaici dei saloni principali, la sala reale e il “Binario 21”. Quest’ultimo è il Memoriale della deportazione degli ebrei milanesi (vedi qui), allestito nei “magazzini raccordati” sotto la stazione, con tanto di carro merci d’epoca: un tempo i sotterranei erano raggiunti anche con un ascensore per carri (l’ingresso è a livello strada, lato orientale della stazione, piazza Edmond Safra)

2) Un giro sul classico tram di Milano
Le vetture tipo 1928 (serie 1500, dette anche “carrelli” o più raramente “Peter Witt”) sono diventate un vero simbolo della città, ancora in servizio in circa centocinquanta esemplari, pressoché tutte riportate alla livrea bianco-gialla che vestivano negli anni Venti (pochissime sono ancora in livrea arancione). Sono impegnate su diverse linee: l’1 e il 19 toccano il centro, viali alberati, le periferie popolari della città storica, ma anche scorci monumentali come il marmoreo tribunale o la sede storica del Politecnico. Senza dimenticare il boulevard di Corso Sempione con l’Arco della Pace, l’arco di trionfo di Milano

3) Il padiglione ferroviario del Museo della Scienza e della Tecnologia
Nonostante i mezzi siano in alcuni punti un po’ sacrificati, lo spazio è affascinante e ospita una collezione di grande valore, che racconta in modo completo i grandi temi dello sviluppo delle FS, da inizio Novecento agli anni Settanta. Oltre alle vaporiere, potete trovare qui locomotive elettriche di tre diversi sistemi: 3000 Volt cc, ancora oggi in uso; 600V a terza rotaia, usato solo sulle linee “varesine” intorno a Milano e sul Passante di Napoli, fino agli anni Quaranta; il complesso sistema trifase usato fino ad anni Settanta. Ma il padiglione ha anche pezzi legati strettamente legati a Milano, come veicoli delle Ferrovie Nord Milano o il piccolo convoglio del “Gambadelegn”, il tram a vapore che fino al 1957 serviva i dintorni a Ovest della città. A proposito di questo: se prendete via Novara e proseguite verso Ovest, arrivate al paesone di Settimo Milanese, dove una micro-sezione distaccata ospita un’altra locomotiva del gambadelegn (vedi qui per i contatti)
4) Il tram interurbano “classico” per Limbiate:
Di tante linee tranviarie extraurbane che un tempo stavano intorno a Milano, questa è l’unica rimasta. Si parte dal capolinea nord della metropolitana 3, stazione Comasina: il viaggio dura poco più di mezz’ora, si corre su binario unico a fianco della strada, su convogli a tre vetture (detti “bloccati”) con motrici degli anni Cinquanta. A Varedo c’è il deposito, dove potreste vedere ferma una delle vecchie motrici anni Venti, usate oggi solo come mezzi di servizio. Nelle vicinanze del capolinea il tram fa un’ampia curva in un prato, che fa quasi assaporare l’atmosfera dei tratti un tempo in campagna
5) Intorno alla città con la circonvallazione ferroviaria
Prendete la linea suburbana S9 a Sud alla stazione San Cristoforo (tram 2) o a Nord, alla stazione Greco: il treno effettua quattro fermate mentre aggira la città e offre belle visuali sui palazzi storici della periferia della prima metà del Novecento. Se avete tempo (c’è un treno ogni mezzora) scendete anche alla stazione Milano Porta Romana, con l’edificio a ponte sopra i binari: un tempo era circondata da fabbriche, qui ci fu il primo bombardamento aereo nella storia della città (durante la Prima Guerra Mondiale!).
Camminando pochi minuti si raggiunge il bastione dell’antica Porta Romana: lo spazio fu riutilizzato come stazione dei servizi tranviari funebri, poi trasformato in circolo dei dipendenti ATM, oggi è sede delle Terme di Milano, che hanno allestito anche una sauna … dentro ad un tram 1928!

6) La Metropolitana 5 in prima fila
“La lilla” è l’ultima nata delle linee metropolitana: è del tipo driverless, se vi sedete in testa al convoglio potrete apprezzare il percorso dalla prospettiva normalmente riservata al conducente.
Arrivati a Porta Garibaldi trasferitevi sulla linea 2 (“la verde”), alla fermata noterete anche due binari non utilizzati: facevano parte del progetto iniziale della stazione (anni Sessanta), che prevedeva il capolinea sotterraneo dei tram per la Brianza (o meglio: delle linee “celeri” che li avrebbero sostituiti)

7) La stazione Milano Porta Genova
Un tempo impianto passante sulla scomparsa linea di circonvallazione Ovest, oggi è la più piccola stazione capolinea della città, ma anche quella più vicina al Duomo. Inserita in un quartiere un tempo popolare e industriale e oggi molto vivace (locali di design, coworking, gallerie d’arte), ha un aspetto inconsueto quasi da piccola stazione di provincia, con un sobrio fabbricato viaggiatori e un caratteristico sovrappasso in ferro dipinto di verde. Affrettatevi: se andrà in porto la prevista “valorizzazione” degli scali ferroviari, sarà dismessa
8 ) In tram a San Cristoforo
Partendo dal centro (o da Porta Ticinese, poco distante dalla stazione Genova) usate il tram 2 che percorre la riva di uno dei tre navigli, i canali artificiali di Milano. Godetevi il percorso di due chilometri lungo il naviglio Grande e scendete infine alla fermata vicina alla bella chiesetta gotica di San Cristoforo: a fianco dell’edificio medievale potete fotografare il ponte in ferro della linea di circonvallazione, mentre se passate dietro alla chiesetta raggiungete uno dei due soli passaggi a livello rimasto dentro ai confini del comune di Milano. Poco oltre si arriva al ponte mobile della fabbrica Richard Ginori, gioiello di archeologia industriale che – all’occorrenza – scendeva quasi a pelo d’acqua, per far passare i carri merci diretti allo stabilimento.

9) la linea in superficie della Metropolitana 2
La linea “verde” del metrò (a Milano molti declinano ancora al maschile, alla francese) raggiunge la zona Nord-Est ed Est della provincia, spingendosi per 20 km fuori dai confini della città, in superficie a partire dalla periferia di viale Palmanova. Queste tratte in superficie sono eredità della vecchia rete di tram extraurbani, convertita per fasi in metropolitana: la stazione di Cimiano assomiglia quasi a una stazione ferroviaria (con binari tronchi di servizio), la stazione di bivio di Cascina Gobba ha l’aspetto ormai retrò anni Settanta, con vecchi indicatori di direzione luminosi che segnalano i convogli in entrata e in uscita dalla città
MM2CassinaDePecchi201110) La stazione Milano Porta Garibaldi
Dalla stazione Milano Centrale, seguite il percorso tra i grattacieli: sorgono su un’ex area ferroviaria, un tempo occupata dalla stazione Porta Nuova, usata dai treni a terza rotaia per Varese (per questo l’area era nota come “le Varesine”). Arrivate alla stazione Milano Porta Garibaldi: per molti anni usata solo da treni pendolari, oggi è anche frequentata dai TGV francesi.
A fianco della stazione si possono fotografare i tram (per lo più tipo 1928) con lo sfondo dei grattacieli più moderni della città

Le foto di questo post rimandano ai siti personali di Giorgio Stagni e Franco Pepe, oltre che al sito Photorail. La foto della metro 2 è di Alessandro Destasi, qui trovate la sua pagina flickr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...