Cronache ciclostoriche – Tra borghi e castelli 2019

Ormai – alla terza edizione – non devo ripeterlo: la “borghi e castelli“ è forse la ciclostorica più simpatica che conosco. Mi piace l’evento curato, il clima paesano, la zona agricola attraversata che è poco conosciuta.
Vabbè, vi proporrò comunque una sintesi di quest’anno, da aggiungere alla “cronaca” delle edizioni 2017 e 2018. Piccola nota: causa pioggia al sabato, il percorso è stato ridotto di una decina di km.

Cosa mi è piaciuto di più
– aver accompagnato l’amico e compagno di società Giorgio, al vero debutto in una ciclostorica
– il doppio passaggio sul viale del santuario di Caravaggio: dopo il mezzo intoppo dello scorso anno, quest’anno è stato più scorrevole. E il passaggio a livello chiuso per un paio di minuti ha aggiunto una scenetta d’altri tempi (o da Paris-Roubaix!)
– la conferma del passaggio “tortuoso” dentro al bel borgo di Martinengo
– gli immancabili ristori, con il fenomenale Bergamino di bufala del caseificio 3BLatte
– un buon ritmo di marcia, garantito tenendo comunque insieme l’intero gruppo fino a una decina di km dal traguardo

Cosa mi è piaciuto di meno
– la rinuncia al tratto sterrato nel parco sterrato, causa terreno troppo pesante. Divertenti anche gli altri sterrati rimasti

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.