Il passato stereotipato delle fiction all’italiana

Devo dirlo: ogni volta che c’è una fiction Rai o comunque “all’italiana”, mi metto sempre seduto davanti alla tv con la vana speranza di vedere almeno un prodotto ben fatto. E – devo dirlo – tutte le volte ne esco a pezzi, a volte anche solo dopo la prima ora o la prima puntata: la fiction all’italiana è sempre più una accozzaglia di luoghi comuni e storie tenute insieme con lo sputo, con la malcelata voglia (spesso) di giocare anche con la nostalgia del passato, inevitabile forse visto il carattere televisivo e visto che si parla di un Paese sempre più anziano.
Sono un profano assoluto, per quanto riguarda il cinema, lo confesso. Per questo mi limito a parlare dell’impressione generale che ricavo dalle fiction: l’approccio biografico onnicomprensivo (from the cradle to the grave) e la conseguente rinuncia ad uno sguardo originale; i dialoghi poco credibili e forzati Continua a leggere

Annunci