Korce, “piccola Parigi” d’Albania

P1210534Korce (Corizza) è una città d’Albania quasi al confine con la Grecia. Sede di mercato, importante centro (80.000 abitanti) nel mezzo di una vasta piana altrimenti priva d’insediamenti, sulla linea di faglia tra genti illiriche, arumene e greche, tra Islam e ortodossia: si respira un’aria cosmopolita, di frontiera.

Certo, il soprannome di “piccola Parigi” d’Albania è troppo enfatico, però Continua a leggere

Annunci

La storia sconosciuta degli italiani d’Albania

Mio articolo pubblicato su Osservatorio Balcani Caucaso, luglio 2012

«Posso presentarmi? Sono Bertoli di Trieste». Sentire parole italiane in una strada d’Albania non è avvenimento poi raro, così come non è rarissimo incontrare un italiano. Ma l’accento chiaramente albanese e l’aggiunta successiva mi incuriosiscono subito: «Sono un albanese di Trieste», mi dice questo signore che fino a pochi minuti prima chiaccherava in tosch con un amico davanti alla chiesa cattolico-bizantina di Shen Pjetri, curata dalle Suore Basiliane (foto sotto). E così in un attimo resto conquistato dall’incontro fortuito, dal suo racconto, da un piccolo capitolo di storia tra le due sponde dell’Adriatico: quando l’Italia e la sua classe politica – certamente corrotta, ma ancora non del tutto conquistata dalla xenofobia populista – andò in soccorso degli albanesi di origine italiana, sparsi qua e là sulle montagne e nelle valli tra il Montenegro e l’Epiro.

Questa è una delle loro storie Continua a leggere

Tra Tirana ed Elbasan, avanza l’autostrada tra i monti

Cave e cantieri punteggiano le valli tra le due città, i camion si muovono senza sosta. E anche il mondo della montagna cambia a gran velocità, in un Paese che pare ancora incerto su quale strada prendere. A partire dal rapporto con il suo passato

L’autostrada a quattro corsie, il Carrefour, una fitta lottizzazione di villette. Un paesaggio così lo immagini nella periferia d’una grande città francese o italiana. E invece è l’Albania all’inizio del 2012: la periferia nuova di Tirana – almeno, a guardare questo brano di città – ha perso completamente l’aspetto orientale che aveva solo pochi anni fa: è in costruzione la nuova superstrada Tirane-Elbasan, una grande opera che si connette con la tangenziale della capitale. Continua a leggere

Da Tirana a Elbasan, la strada tra i monti d’Albania

In Albania c’è ancora chi la chiama – senza disprezzo o contraddizione – “la strada fascista”, perché realizzata dagli italiani a fine anni Trenta. È la strada tra Tirana ed Elbasan, terza città d’Albania, trenta chilometri in linea d’aria, quasi il doppio nella realtà: oggi è una strada scalcagnata, che sale oltre i mille metri di quota per poi ridiscendere verso la valle del fiume Skumbin, dove giace Elbasan. In Albania però il furore infrastrutturale sta assaltando anche questa zona: l’anno scorso è partito ufficialmente il progetto per una nuova autostrada diretta, finanziata da capitali arabi, a doppia carreggiata. Che effetti avrà il nuovo progetto sulla vita delle zone di montagna, che oggi vivono grazie al fatto di essere ai margini della strada? Continua a leggere