Xe nato disgrazià (il tram Trieste – Opicina)

Il tram di Opicina è un tram particolare e curioso: parte dal centro della città di Trieste, tra i palazzi asburgici, e sale sul carso fino al sobborgo di Opicina, una specie di paesone a maggioranza slovena, dove ancora si respira aria di confine. “E anche el tram de Opcina xè nato disgrazià, vignindo zo per Scorcola ‘na casa ‘l ga ribaltà” dice una celebre canzoncina triestina Continua a leggere

In Francia sempre più tram: inaugurazione a Dijon

Sabato scorso la città di Dijon ha inaugurato la sua prima linea di tram, la seconda seguirà a dicembre. Dijon è l’ultima delle città francesi di medie dimensioni che hanno adottato un sistema di trasporto tramviario veloce, capiente, ecologico: ha 150mila (meno di Modena), considerando l’area urbana intorno ha meno di 300mila abitanti complessivamente Continua a leggere

Il Gambadelegn non c’è più

Quel nomignolo curioso e di origine molto dibattuta, Gambadelegn, lo conoscono un po’ tutti, nei dintorni di Milano: Gambadelegn erano i tram extraurbani, nati come tram a vapore e diventati poi più moderni con la trazione elettrica. Una storia lunga 130 anni e più, che si è chiusa in sordina sabato 12 maggio 2012: è stato l’ultimo giorno del tram Milano-Limbiate, ultima linea extraurbana rimasta nei dintorni di Milano. Continua a leggere

Messina e il baby-tram a rischio pensionamento

Potrebbe essere un vero record: una rete tranviaria nuova di zecca, che rischia di andare in pensione dopo soli 8 anni di lavoro, dopo l’inaugurazione nel 2003. Succede a Messina, dove era nata una linea di tram che sembrava un miracolo. Moderna e ben realizzata, doveva costituire una “spina dorsale” per il trasporto cittadino e ha rappresentato un intervento sul tessuto urbano all’altezza dei migliori esempi europei, delle tante città in cui da metà anni Novanta si sta assistendo alla “rinascita del tram” (a destra: una fermata con giochi d’acqua; foto da Skyscrapercity, utente Logan1975). Un mezzo di trasporto pulito e silenzioso per migliorare – anche solo un poco – la vita di una città del Sud poco considerata. Continua a leggere